Io e mia suocera seconda parte - Viterbo Trasgressiva

Io e mia suocera seconda parte - Viterbo Trasgressiva

Quella sera mi aspettavo che la la mia vita coniugale sarebbe finita, invece mia suocera non proferì parola. All'indomani con una scusa banale resto a casa dal lavoro, voglio capire il suo silenzio.
Mi toglie lei l'imbarazzo entrando nel merito dell'episodio e il suo silenzio era dovuto al preservare la figlia da tutto ciò.
Io mi avvicino a lei per ringraziarla, ma non riesco a trattenermi e a piene mani gliele affondo nelle sue chiappone.
Uno schiaffo secco e va in camera sua a vestirsi
Entro di colpo nella cameretta con l'uccello nuovamente in mano e la vedo di spalle con una gamba alzata sul letto che si sta
Infilando il collant.
Non resisto più mi ci butto sopra e comincio a palparla dappertutto, lei essendo supina ed avendomi sopra non riesce a liberarsi .
Sono riuscito a calarle le mutande sotto alle chiappe e dopo aver mimato fisicamente un amplesso gli vengo in mezzo al culo .
Adesso penso non me la perdona.
Si gira si alza tutta scompigliata e con sommo stupore mi dice che non mi faceva così intraprendente e focoso, mi invita a ricompormi e mentre passa vicino a me mi prende il cazzo in mano e lo stringe forte.
Bene esclama è ancora in tiro
..

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI