Io e mia suocera seconda parte

Quella sera mi aspettavo che la la mia vita coniugale sarebbe finita, invece mia suocera non proferì parola. All'indomani con una scusa banale resto a casa dal lavoro, voglio capire il suo silenzio.
Mi toglie lei l'imbarazzo entrando nel merito dell'episodio e il suo silenzio era dovuto al preservare la figlia da tutto ciò.
Io mi avvicino a lei per ringraziarla, ma non riesco a trattenermi e a piene mani gliele affondo nelle sue chiappone.
Uno schiaffo secco e va in camera sua a vestirsi
Entro di colpo nella cameretta con l'uccello nuovamente in mano e la vedo di spalle con una gamba alzata sul letto che si sta
Infilando il collant.
Non resisto più mi ci butto sopra e comincio a palparla dappertutto, lei essendo supina ed avendomi sopra non riesce a liberarsi .
Sono riuscito a calarle le mutande sotto alle chiappe e dopo aver mimato fisicamente un amplesso gli vengo in mezzo al culo .
Adesso penso non me la perdona.
Si gira si alza tutta scompigliata e con sommo stupore mi dice che non mi faceva così intraprendente e focoso, mi invita a ricompormi e mentre passa vicino a me mi prende il cazzo in mano e lo stringe forte.
Bene esclama è ancora in tiro
..

Vota la storia:




Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI

Errore

Hai dimenticato la password? Errore
Attendere prego
Registrati ora!